" Intelligente: viene da “intus” più “legere”: “leggere dentro”.

La persona intelligente
è quella che sa guardare dentro le cose, dentro le persone, dentro i fatti.
Non è questione
di fare tante esperienze,
ma di sapere cogliere
il succo
di quelle che si fanno.

. Alessandro D’Avenia

 

Un tempo...di qualità.

Immaginiamo che ogni bambino e ogni ragazzo ai nostri tempi abbia un’agenda su cui segni impegni e appuntamenti… Cosa troveremmo?
Agendine da fare invidia ai più grandi manager internazionali, di ragazzi che vivono le loro giornate nella frenesia e nell’iperattività… O, all’opposto, agende vuote, di ragazzi che trascorrono il loro tempo nella sedentarietà…
Incontriamo spesso ragazzi che passano freneticamente da un’esperienza all’altra, da un contenitore a un altro, senza possibilità di soffermarsi ad assaporare e valorizzare le esperienze vissute; sull’altro versante, è diffuso uno stile di vita sedentario, per cui il ragazzo tornato da scuola trascorre il pomeriggio in attività il più delle volte ripetitive e monotone.
Sappiamo che entrambi gli atteggiamenti possono essere pericolosi per lo sviluppo sano e armonico della personalità dei ragazzi.

A partire da ciò, desideriamo offrire uno spazio in cui divertirsi e apprendere, in gruppo e a contatto con la natura, secondo ritmi e tempi “giusti”, a misura di ragazzo.
Consigliamo ai ragazzi esperienze significanti, incentrate sulle loro esigenze in un contesto di accoglienza e svago, esperienze che possano stimolare la loro intelligenza, la loro affettività, la loro relazionalità.
Ogni partecipante al campo riceverà un diario speciale, su cui appuntare i pensieri e le emozioni di ogni giorno, per interiorizzare le esperienze vissute gustandole a pieno.

Autonomia ed autoprotezione.

"La vita è la più bella delle avventure ma solo l’avventuriero lo scopre."G. K. Chesterton

Vivere esperienze nuove e avventurose permette ai ragazzi di essere sempre curiosi e desiderosi di fare altre esperienze, evitando la noia e la routine di giornate passate davanti ai tanto bistrattati videogame (utili anch’essi allo sviluppo, ma ovviamente dannosi se assunti in maniera smisurata, in quanto rischiano di intorpidire il corpo e la mente).

Bambini e ragazzi, seguendo il loro istinto vitale, vogliono vivere i loro desideri di movimento, di esplorazione, di conoscenza, di ricerca, di creatività, di gioco.

Le esperienze all’aperto sono utili per aiutarli a iniziare gradualmente a diventare autonomi. 
Stare a stretto a contatto con la natura, imparare a orientarsi in luoghi sconosciuti, vivere esperienze varie e spassose, imparare ad essere disponibili per gli altri… sono tutte avventure che aiutano a crescere, perché permettono di sperimentare la propria autonomia e la propria responsabilità, facendo proprie le regole del vivere in comunità, nel rispetto di se stessi, degli altri, dell’ambiente.



Crescita personale e di gruppo

La vita umana è fatta per lanciarsi con prudenza e sicurezza nell’imprevedibilità dell’esistenza, arricchirsi e arricchire gli altri. ."M. Bettetini

Siamo attenti a considerare e promuovere tutte le dimensioni dei ragazzi, tra loro sempre collegate: quelle affettive, quelle cognitivo-comportamentali, quelle psicomotore, quelle sociali.

Emozioni da scoprire
Proponiamo giochi e attività che permettano l’espressione e l’elaborazione di sentimenti e stati emotivi, in modo da favorire una sempre maggior consapevolezza e una migliore gestione delle proprie reazioni ed emozioni.
Il nostro staff psicopedagogico è altamente formato per accogliere e valorizzare le esigenze evolutive dei ragazzi.
Le attività proposte in un clima di apertura e divertimento puntano al miglioramento delle risorse di autostima ed autonomia tramite lo svolgimento di esperienze personali e di gruppo, giochi e attività di scoperta dell’ambiente.

Mente e corpo
I ragazzi potranno soddisfare le loro curiosità e apprendere nuove informazioni sul mondo della natura, osservando i fenomeni in prima persona e ricevendo chiarimenti da parte di figure esperte, all’interno di varie attività (passeggiate ed escursioni; laboratori di fotografia, astronomia, mieleria).
Potranno affinare le capacità di orientamento, coordinazione e destrezza, l’acquisire competenze manuali, migliorare le capacità attenzione e auto-protezione. Impareranno a conoscere alcuni aspetti fondamentali del proprio corpo, come il controllo della respirazione e del tono muscolare, sviluppando le proprie risorse psicomotorie. Il tutto in un contesto ludico, fiabesco e creativo che consente lo sviluppo della fantasia e dell’inventiva.

È più bello insieme
Poniamo grande attenzione agli aspetti relazionali e sociali, a partire dalla proposta di momenti di condivisione e cooperazione, per favorire atteggiamenti di responsabilizzazione nei confronti dei bisogni degli altri e dell’ambiente.
L’equipe lavora molto sulla coesione dei ragazzi, attraverso attività ludiche e dinamiche di gruppo che favoriscono la socialità e la conoscenza reciproca.
Sarà incentivata l’elaborazione di regole condivise per una convivenza serena tra tutti i partecipanti.

obiettivi

Written by Super User. Posted in Sito

GLI OBIETTIVI

1. Un tempo… di qualità 

 

 

Immaginiamo che ogni bambino e ogni ragazzo ai nostri tempi abbia un’agenda su cui segni impegni e appuntamenti… Cosa troveremmo? 

Agendine da fare invidia ai più grandi manager internazionali, di ragazzi che vivono le loro giornate nella frenesia e nell’iperattività… O, all’opposto, agende vuote, di ragazzi che trascorrono il loro tempo nella sedentarietà…

Incontriamo spesso ragazzi che passano freneticamente da un’esperienza all’altra, condotti da un contenitore a un altro, senza la possibilità di soffermarsi ad assaporare, elaborare, valorizzare le esperienze vissute; sull’altro versante, è sempre più diffuso uno stile di vita sedentario, per cui il ragazzo tornato da scuola (spostandosi rigorosamente in macchina!) trascorre il pomeriggio in attività domestiche, il più delle volte ripetitive e monotone. 

Sappiamo che entrambi gli atteggiamenti possono essere pericolosi per lo sviluppo sano e armonico della personalità dei ragazzi. 

A partire da questa consapevolezza, il nostro primo intento è quello di offrire uno spazio in cui divertirsi e apprendere, a contatto con la natura e all’interno di un gruppo, secondo ritmi e tempi “giusti”, a misura di ragazzo.

Intendiamo favorire in modo creativo e propositivo un rapporto sano con se stessi, con gli altri e con l’ambiente, al fine di promuovere atteggiamenti di fiducia e conquiste di autostima.

Lo scrittore D’Avenia nel suo romanzo “Cose che nessuno sa” ha ricordato che “intelligente: viene da “intus” più “legere”: “leggere dentro”. La persona intelligente è quella che sa guardare dentro le cose, dentro le persone, dentro i fatti. Non è questione di fare tante esperienze, ma di sapere cogliere il succo di quelle che si fanno.

La nostra proposta va in questa direzione. Poter offrire ai ragazzi esperienze significanti, incentrate sulle loro esigenze in un contesto di accoglienza e svago; esperienze che possano rimanere impresse nella loro memoria ed essere trasferibili in altre aree dello sviluppo; esperienze che possano stimolare la loro intelligenza, la loro affettività, la loro relazionalità.

Alla luce di queste considerazioni, ogni partecipante al campo riceverà un diario speciale, su cui appuntare i pensieri e le emozioni vissute ogni giorno, fermandosi a interiorizzare le esperienze vissute gustandole a pieno.

 

2. Autonomia ed autoprotezione

 

La vita è la più bella delle avventure ma solo l’avventuriero lo scopre. 

(G. K. Chesterton)

Vivere esperienze nuove e avventurose permette ai ragazzi di essere sempre curiosi e desiderosi di fare altre esperienze, evitando la noia e la routine di giornate passate davanti ai tanto bistrattati videogame (utili anch’essi allo sviluppo, ma ovviamente dannosi se assunti in maniera smisurata, in quanto rischiano di intorpidire il corpo e la mente).

Bambini e ragazzi, rispondendo al loro istinto vitale, vogliono affermarsi come soggetti, ossia cercare di vivere i loro desideri di movimento, di esplorazione, di conoscenza, di ricerca, di creatività, di gioco. Le esperienze all’aperto – a partire da quelle in strada, passando dalle attività sportive, fino a esperienze in ambienti naturalistici come quelle proposte nel nostro campo – sono utili per aiutare i ragazzi a iniziare gradualmente a diventare autonomi.

“Per poter tornare serenamente dai propri genitori, ogni bambino ha bisogno di poter liberamente allontanarsi da essi in una progressiva ricerca e verifica delle proprie capacità che gli permetta di ampliare la sicurezza in se stesso e la propria autostima” (da “I bambini e il rischio ambientale” di Biondo e Di Iorio). Ecco perché nel nostro campo i ragazzi potranno sperimentarsi in prima persona e vivere avventure varie e spassose, pensate per loro con competenza e passione educativa. 

Vivere a stretto a contatto con la natura, imparare a orientarsi in luoghi sconosciuti, imparare ad essere disponibili per gli altri… Avventure che aiutano a crescere, perché permettono di sperimentare la propria autonomia e la propria responsabilità, facendo proprie le regole del vivere in comunità, nel rispetto di se stessi, degli altri e dell’ambiente che ci circonda.

 

3. Crescita personale e di gruppo

La vita umana è fatta per lanciarsi con prudenza e sicurezza 

nell’imprevedibilità dell’esistenza, arricchirsi e arricchire gli altri 

 (M. Bettetini)

 

Il nostro modello è attento a tutte le dimensioni dei ragazzi: quelle affettive, cognitivo-comportamentali, psicomotorie e sociali, che sono alla base del rapporto di ogni persona con il proprio mondo interiore, con gli altri e con l’ambiente.

 

Area affettiva: 

Per quanto riguarda l’educazione dell’affettività, proponiamo giochi e attività che permettano l’espressione e l’elaborazione di sentimenti e stati emotivi, in modo da favorire una sempre maggior consapevolezza e una migliore gestione delle proprie reazioni. 

Il nostro staff psicopedagogico è altamente formato per accogliere e valorizzare le esigenze evolutive dei ragazzi.

 

Le attività proposte in un clima di apertura e divertimento puntano al miglioramento dell’autostima e della propria autonomia tramite lo svolgimento di esperienze personali e di gruppo, e attività di rilevamento e scoperta dell’ambiente.

 

 

Area cognitivo-comportamentale e psicomotoria

I ragazzi potranno soddisfare molte curiosità e apprendere nuove informazioni sul mondo della natura (flora, fauna, cosmo, elementi paesaggistici, ecc.), osservando i fenomeni in prima persona e godendo dei chiarimenti di figure esperte, all’interno di varie attività (passeggiate ed escursioni; laboratori di fotografia, astronomia, laboratori del fare).

 

Affinando capacità come l’orientamento e la coordinazione, i ragazzi potranno memorizzare e mettere a punto complesse sequenze percettivo-motorie; tali esperienze entrano a far parte dei comportamenti e possono essere trasferibili alle condotte quotidiane, permettendo miglioramenti relativi alla propria auto-protezione, alla propria destrezza e alle capacità di problem solving nei vari contesti di vita.

 

A livello psicomotorio i bambini ed i ragazzi impareranno a conoscere alcuni aspetti fondamentali del proprio corpo, come il controllo della respirazione e del tono muscolare, imparando a riconoscere le proprie risorse psicomotorie.

 

In alcuni laboratori proposti sarà incentivata l’acquisizione di capacità manuali.

 

Il tutto in un contesto ludico, fiabesco e creativo che consente lo sviluppo della fantasia e dell’inventiva.

 

Area sociale

Gli aspetti sociali si riassumono nella responsabilizzazione nei confronti dei bisogni degli altri e dell’ambiente, attraverso attività di ricerca ambientale e di sensibilizzazione alla condivisione e alla cooperazione (dimensione del team work e del servizio).

 

L’equipe di educatori lavora molto sulla coesione dei ragazzi, attraverso la proposta di attività ludiche e dinamiche di gruppo che favoriscono la socialità e la conoscenza reciproca.  

Sarà incentivata l’elaborazione di regole condivise da seguire per una convivenza serena e collaborativa tra tutti i partecipanti al campo natura.

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Informativa. Informativa